1/1 foto

Casa a prova di bambino e bolletta leggera

Acqua, Fuoco, Elettricità: le precauzioni

Per quanto tu possa proteggerli, i bambini, in un modo o nell’altro, riescono sempre a farsi male. Nell’ottica della sicurezza domestica, ci sono alcune precauzioni che puoi adottare per tutelare la loro sicurezza e per educarli al risparmio energetico. Vediamo i casi di acqua, fuoco ed elettricità:

Acqua:

- Quando stiamo cucinando e i bambini curiosano, cercando il modo di rendersi utili, facciamo attenzione a spostare le pentole sulle piastre e fornelli più lontani dalla loro portata, premurandoci anche di girare i manici così che non possano essere colpiti accidentalmente, rovesciando acqua bollente.

- In bagno, a seconda dell’età dei bambini, i pericoli possono essere legati all’annegamento e alle cadute. Per i neonati e i bambini più piccoli, che non sanno ancora nuotare, la possibilità di annegare è alta e necessitano di controllo costante. Per i bambini più grandi, che fanno la doccia in totale indipendenza, il pericolo è quello di spostarsi troppo rapidamente e rischiare cadute sulle superfici bagnate e scivolose. È opportuno dotare le superfici della doccia e della vasca da bagno, sia dentro che fuori, di tappetini antiscivolo. Nel caso, si possono anche installare dei corrimani che agevolino il sostegno.

Fuoco:

- Se fumiamo e abbiamo in giro accendini, fiammiferi, sigarette rimaste accese nei posaceneri, o semplicemente accendiamo candele profumate e incensi, è bene ricordarsi di posizionare il tutto al di fuori della portata dei bambini. La curiosità li spingerebbe ad interagire con le fiamme libere, con il rischio di ustioni.

- Sempre per prevenire rischi legati al fuoco, sarebbe opportuno dotare i fornelli di blocchi di sicurezza, in modo che i bambini non riescano ad accendere il gas, le fiamme o le piastre. Allo stesso modo bisogna premunirsi di barriere che tengano lontani i bambini dalle stufe e dai camini. Ulteriore pericolo lo rappresentano quegli elettrodomestici che emanano calore, quali il ferro da stiro e le stufe elettriche, che andrebbero sempre tenuti lontani dai bambini.

Elettricità:

- In bagno, l’uso di apparecchi elettrici è pericoloso per via della conduttività dell’acqua. Il rischio di scosse elettriche è elevato e dunque bisogna educare i bambini ad essere bene asciutti e isolati da pavimenti umidi, prima di collegare strumenti quali il phon alle prese elettriche.

- Ai bambini più piccoli, le prese elettriche possono risultare interessanti ed è dunque importante coprire le prese il più possibile, con mobili o con le apposite copri-prese, così che non possano giocarci. Allo stesso modo bisogna limitare l’accesso anche alle prese elettriche sulle prolunghe, spesso collegate tramite vari cavi a numerosi dispositivi. Ricordare infine di sostituire i cavi e le guaine usurate, perché il loro isolamento sarà compromesso e rappresentano dunque un ulteriore pericolo.

Se questi elementi rappresentano un pericolo concreto per la sicurezza dei bambini, è anche vero che prima ne comprendono le potenzialità e l’importanza, prima sapranno come apprezzare, rispettare e risparmiare queste energie:

Per istruire i nostri figli al risparmio energetico, possiamo giocare con loro, facendo a gara a chi spreca meno acqua, ricordando loro che quando spazzoliamo i denti e ci insaponiamo il corpo nella doccia, non è necessario tenere i rubinetti aperti. Se poi le condizioni climatiche non sono molto rigide, si può insegnare ai propri figli che spesso bastano un maglione, un paio di pantofole e una tazza di latte riscaldato, a tenersi al calduccio. Far riscoprire ai bambini il gioco tramite l’energia motoria all’aria aperta non è solo un buon modo per risparmiare energia elettrica, ma è anche un ottimo modo per prevenire la sedentarietà dei bambini. Basta ricordare ai vostri bambini di spegnere le luci elettriche se l’illuminazione solare lo consente e che la televisione, il cellulare e i computer che lasceranno in casa quando staranno uscendo, vanno staccati dalla presa elettrica, per non sovraccaricare le batterie dei dispositivi e per non appesantire la bolletta di casa.

Per fare sì che i bambini sentissero di prima mano queste nozioni, Gas Sales Energia ha ideato il progetto “Piccole regole per giocare in sicurezza”, pensato apposta per i più piccini. Va dunque in scena “Fate i bravi”, uno spettacolo divertente ed educativo che vede due bambini protagonisti, interpretati dagli attori Elisa Dal Corso e Alberto Malvisi, scoprire come approcciarsi alle risorse energetiche in tutta sicurezza. Si parla loro dei rischi che si possono correre in casa e delle maniere responsabili che si possono adottare nei confronti di gas, luce ed acqua corrente. Lo spettacolo ha già fatto il giro in provincia di Piacenza e di Parma, coinvolgendo numerosi bambini dell’asilo e delle elementari. L’intero calendario delle tappe è consultabile sul sito di Gas Sales Energia.

Invia un messaggio