1/3 foto

Abita contemporary design

Il "design sostenibile”

ABITA contemporary design, studio di architettura d’interni di Piacenza, ha sposato da tempo la logica del design sostenibile e ha scelto come partner aziende che operano nel rispetto delle più severe normative di riduzione dell’impatto ambientale. L’architetto Adriano Natale, il titolare dello Studio, progetta soluzioni abitative che prediligono la scelta dei materiali naturali e con lui oggi parliamo di “design sostenibile”, di prodotti concepiti considerando a priori il ciclo di vita dell’oggetto e di riduzione dell’impatto sull’ambiente. L’architetto Natale ci rassicura subito dicendo che il consumatore oggi può scegliere tra un’infinità di finiture e soluzioni, certo di acquistare un prodotto che non solo è garanzia di qualità e innovazione, ma è anche rispettoso dell’ambiente.

Quando gli chiediamo se tutte le aziende sono in tal senso affidabili, sorride e poi precisa che, ovviamente, si tratta di valori sposati dalle aziende leader del settore, perché sono potenze economiche in grado di assorbire i costi aggiuntivi relativi al miglioramento della produzione in un'ottica di sostenibilità, nonostante i prodotti e i servizi offerti rimangano convenienti per il cliente finale. Chiediamo perciò all’architetto di farci qualche esempio concreto, così ci spiega che fin dal 1925, anno della sua fondazione, ARCLINEA ha fama internazionale di azienda produttrice di cucine dal design senza tempo e costruite con materiali di primissima qualità. Progettate e realizzate per durare, le cucine ARCLINEA hanno un lungo ciclo di vita e, quindi, un impatto ambientale minimo. Considerato che la cucina è il cuore pulsante della casa - sia in termini metaforici che pratici – è facile capire quanto sia importante che questo ambiente sia sempre più sano e attento agli aspetti ecologici. Oggi le procedure produttive e tutti i prodotti firmati Arclinea riflettono una filosofia progettuale rispettosa del nostro pianeta e dei suoi abitanti, che si traduce nell’uso di materiali ecosostenibili e in strategie di produzione “green”. Quando gli facciamo notare che ARCLINEA è un marchio di alta gamma e avanziamo l’ipotesi che altri produttori non siano così impegnati nei confronti del rispetto ambientale, ci interrompe subito dichiarandosi ottimista in tal senso e ci porta ad esempio il Gruppo Euromobil, che comprende anche i marchi ZALF e Desirée. Forte di una ventennale collaborazione col gruppo, l’architetto Natale ci racconta come negli anni questa nota azienda abbia riconosciuto crescente importanza al design sostenibile, spingendosi nella cura meticolosa per i dettagli, proponendo ad esempio sistemi illuminotecnici con fonte luminosa a led, che, rispetto alle comuni lampade a fluorescenza, garantiscono un risparmio energetico fino all'80% superiore, hanno una durata maggiore di almeno 10 volte, non producono raggi ultravioletti e generano pochissimo calore. Aggiunge poi che, nel massimo rispetto dell'ambiente, tutti gli ecopannelli sono fatti in particelle di legno, ricavate dal riutilizzo di materiale legnoso: sono a bassissima emissione di formaldeide, drasticamente ridotta rispetto agli standard attuali. Per ridurre al minimo le emissioni e tutelare l'ambiente, anche tutti gli imballi (polistirolo, cartone e termoretraibile) sono riciclabili al 100%.

A proposito del concetto di riciclo, l’architetto Natale ci parla anche di STOSA Cucine, un’altra realtà che conosce bene e che da sempre ha scelto di sposare valori che non sono solo strettamente legati a design, innovazione e qualità di prodotto, cardini fondamentali dell’azienda, ma anche principi come rispetto, etica e onestà, incarnazioni del vissuto di una famiglia che crede nel lavoro fatto con passione e serietà. Consapevole dell’importanza che hanno conservazione e cura del territorio, l’azienda STOSA considera obiettivo essenziale ridurre al minimo l’impatto ambientale della produzione sia a livello locale che globale. Così STOSA è in grado di assicurare ai consumatori che il legno utilizzato per fabbricare i mobili proviene da foreste gestite responsabilmente, nel totale rispetto della natura. Una scelta con conseguenti benefici ambientali, sociali ed economici e che consente la totale rintracciabilità dei materiali e la garanzia del non utilizzo di preparati chimici tossici. Siamo piacevolmente sorpresi per la sensibilità ambientale mostrata dalle aziende di cui ci ha parlato il titolare di ABITA contemporary design, che si congeda invitandoci a verificare come l’expertise maturata negli anni dalla sua azienda gli consenta di coniugare il design più innovativo, l’ergonomia e la mixabilità di gamma con l’attenzione all’etica ambientale e all’ecosostenibilità. Ci salutiamo convinti che il design sostenibile sia un vero e proprio atto di responsabilità verso il mondo che ci circonda e verso le generazioni future: il rispetto, l’attenzione e la valorizzazione dell’ambiente sono doveri per ogni azienda e diventano un valore aggiunto per chi investe risorse nella salvaguardia della “casa del genere umano”.

Per maggiori dettagli visita

https://www.abitacontemporarydesign.com

ABITA Piacenza

Domenica e Lunedì: CHIUSO
Martedì - Sabato: 09:30 - 12:30 / 15:30 - 19:30

Via Egidio Gorra, 55 - Piacenza

Invia un messaggio